Famiglia Benetton

1955

La famiglia Benetton inizia la produzione e vendita di capi di maglieria.

	Gruppo Benetton

1965

Nasce il gruppo Benetton

Edizione S.r.l.

1981

Viene costituita la holding di gruppo, Ragione di G. Benetton e C. s.n.c. che è l'attuale Edizione S.r.l.

Quotazione in borsa

1986

Il gruppo Benetton si quota alla borsa di Milano. Le risorse generate da tale collocamento costituiscono il "propulsore" per la successiva crescita e diversificazione del Gruppo.

Fondazione Benetton

1987/89

Nasce la Fondazione Benetton Studi e Ricerche.

Acquisto della societ‡ argentina

1991

Edizione acquista Compañ̃ia de Tierras Sud Argentino S.A., società̀ argentina operante nel settore agricolo e nell'allevamento di pecore.

Investimenti

1992

Nasce 21, Investimenti con lo scopo di acquisire partecipazioni di minoranza in piccole e medie imprese.

Acquisto del 28% capitale della SME

1995/96

Edizione, Leonardo Finanziaria e Mövenpick Holding, acquistano dall'IRI il 28% del capitale della SME (gruppo GS e Autogrill).

Acquisto societ‡ Maccarese

1998

Edizione acquista da Iritecna la società Maccarese, alla quale fa capo l' azienda agricola omonima. Nello stesso anno Edizione acquista una partecipazione di minoranza nel capitale di Pirelli & C..

Uscita dalla grande distribuzione

2000

Edizione esce dal settore della grande distribuzione con la cessione al gruppo francese Carrefour dell'intera partecipazione detenuta nel gruppo GS. Le risorse che si liberano permettono a Edizione di entrare nel settore dei servizi e delle infrastrutture per la mobilità, tramite la partecipata Schemaventotto, che acquista dall'IRI una quota del 30% del capitale sociale di Autostrade (ora Atlantia). Sempre nel 2000 Eurostazioni, società partecipata al 32.71% da Edizione, rileva dalle Ferrovie dello Stato il 40% del capitale di Grandi Stazioni, società che gestisce gli spazi commerciali delle tredici principali stazioni ferroviarie italiane. A fine 2000 Edizione partecipa alla privatizzazione dell'aeroporto di Torino, acquisendo una quota del 24,38% del capitale della società di gestione Sagat.

co-investimento con Pirelli

2001

Edizione co-investe con Pirelli, tramite Olimpia, nelle telecomunicazioni (Telecom Italia).

Schema28 lancia un'O.P.A.

2003

Schemaventotto lancia un'O.P.A. sulle azioni Autostrade, al fine di incrementare la propria partecipazione in Autostrade e per ottimizzarne la struttura societaria e finanziaria.

Entrata nel capitale di Investimenti Infrastrutture S.p.A.

2005

Edizione entra con una quota di minoranza nel capitale di Investimenti Infrastrutture S.p.A., società che detiene una partecipazione rilevante in Gemina S.p.A. (Aeroporti di Roma). Viene inoltre acquistata una partecipazione di minoranza in Assicurazioni Generali.

Entrata nel capitale di Mediobanca

2007

Edizione esce parzialmente da Olimpia (Telecom Italia). Nello stesso anno, Edizione entra nel capitale di Mediobanca, acquistando una quota di circa il 2% ed incrementa la partecipazione detenuta direttamente e indirettamente in Gemina.

partecipazioni nella subholding Sintonia e uscita da Telecom Italia

2008/09

Edizione concentra nella subholding Sintonia le proprie partecipazioni nel campo delle infrastrutture e apre il capitale di tale società a un limitato numero di partner (Goldman Sachs, Mediobanca e GIC-Government of Singapore Investment Corp.). Nel 2009 Edizione esce definitivamente da Telecom Italia.

Benetton Group

2012

Edizione promuove un’Offerta Pubblica di Acquisto volontaria sulla totalità delle azioni Benetton non ancora detenute. Il 31 maggio 2012 le azioni ordinarie Benetton Group S.p.A. sono revocate dalla quotazione in borsa.

Benetton Group

2013

Il portafoglio partecipazioni di Edizione è interessato da due importanti operazioni straordinarie: la scissione del business travel retail da Autogrill, con la creazione del gruppo quotato World Duty Free, e la fusione di Gemina S.p.A. in Atlantia S.p.A., con la formazione di un gruppo più bilanciato combinando attività regolate nel settore autostradale e aeroportuale. A gennaio Sintonia vende la partecipazione detenuta in Sagat.

Benetton Group

2014/15

Nel 2014 prende avvio il progetto di scissione e di rifocalizzazione di Benetton Group, con la creazione di tre distinti soggetti giuridici: Benetton Group Srl (settore retail, sales and marketing). Olimpias Group S.r.l. (settore manifatturiero) ed Edizione Property S.p.A. (settore immobiliare). Il 1° gennaio 2015 è diventata efficace tale scissione.

Nel giugno 2015 si completa la scissione di Sintonia con l’attribuzione ai soci GIC, Goldman Sachs Infrastructure Partners e Mediobanca del loro pro-quota di azioni Atlantia. Edizione rimane con una partecipazione del 30,25% in Atlantia.

Nell’agosto 2015 viene ceduta l’intera partecipazione del 50,1% detenuta in World Duty Free a Dufry.

Benetton Group

2016/17

A inizio 2017 Edizione si trasferisce nella nuova sede di Piazza del Duomo 19 a Treviso.

 

Investimenti

1981

Viene costituita l’attuale Edizione Srl con il nome di Ragione di G. Benetton e C. s n.c. (successivamente trasformata in s.r.l. nel 1993 e in S.a.p.a. nel 1994)

1986

Viene collocata sul mercato una quota delle azioni Benetton Group, con successiva quotazione delle stesse presso la borsa di Milano.
Le risorse generate da tale collocamento furono in parte investite.
Tramite Edizione,
in partecipazioni in società di servizi finanziari
e assicurativi.

1989-1991

Il gruppo acquisisce il controllo di Nordica (scarponi da sci), Prince (racchette da tennis), Asolo (scarpe tecniche per lo sport di montagna), Moda Solaris (successivamente Killer Loop – occhiali sportivi, poi ceduta nel 1997), Kästle (sci)
e una quota del 50% di Rollerblade inc. (pattini con ruote in linea).
Negli anni successivi seguì una riorganizzazione produttiva, commerciale
e distributiva delle aziende acquisite, le quali furono concentrate in capo
alla sub-holding Benetton Sportsystem.
Nello stesso periodo vi è
un progressivo incremento degli investimenti nel settore immobiliare.

1992

Costituzione di 21,
Investimenti con lo scopo di acquisire partecipazioni di minoranza in piccole e medie imprese in settori non necessariamente legati a quelli in cui tradizionalmente opera il gruppo.

1995

Edizione, Leonardo Finanziaria e Mövenpick Holding, acquistano dall’IRI il 28% del capitale della SME, quota poi incrementata nello stesso anno al 60% tramite un’ O.P.A..